Iniezioni sclerosanti e scleromousse

La scleroterapia consiste nell’iniezione di una sostanza sclerosante all’interno della vena varicosa. Il prodotto sclerosante va introdotto in uno o più punti: durante una seduta scleroterapica verranno pertanto effettuate una o più iniezioni.

Le iniezioni sclerosanti provocano un’irritazione della parete della vena, così da ottenerne la chiusura.

Il sangue quindi non passerà più nelle vene ammalate ma defluirà verso il cuore attraverso le vene superficiali sane e le vene profonde, quelle realmente deputate al ritorno del sangue.

Il sistema venoso superficiale, infatti, non ha rilevanza nel trasporto del sangue, ma si tratta di un sistema cosiddetto “accessorio”, che diventa rilevante solo quando malato, perché può portare a complicanze.

La scleromousse, invece, è l’iniezione di una miscela di aria e liquido sclerosante ottenibile con procedimenti diversi che producono un composto con bolle di varie dimensioni. La schiuma svuota la vena iniettata dal sangue e porta la sua azione irritativa su tutta la parete del vaso.

Questo fa si che la sclerosi della vena avvenga a vaso vuoto e quindi che le reazioni infiammatorie siano scarse con una limitata formazione di trombi da evacuare, che lasciano poi delle macchie scure.

Sia con le iniezioni sclerosanti che con la scleromousse è bene sospendere l’assunzione di estro-progestinici e anticoncezionali, almeno 2 settimane prima dell’inizio della terapia.

Nei casi di lievi teleangectasie (capillari) degli arti inferiori, si possono ottenere buoni risultati anche con il Laser Vascolare. Nei casi più gravi invece, il laser può essere utilizzato dopo le iniezioni sclerosanti, per dei piccoli ritocchi.

Iniezioni Sclerosanti
Le domande più frequenti su questo trattamento

Come avviene il trattamento e quante sedute sono necessarie?

Le sostanze sclerosanti e la mousse sclerosante vengono iniettati nella vena, per irritarne la parete e quindi chiuderla.

Almeno 2 settimane prima di iniziare la terapia la paziente deve sospendere l’assunzione di estro-progestinici e anticoncezionali.

La seduta dura circa 1 ora, e si può ripetere dopo 1 settimana.  
Dopo la seduta, è importante che la paziente non rimanga troppo tempo ferma senza camminare ed evitare di esporsi al sole per almeno 3-4 settimane.

Dopo la terapia la zona trattata può apparire gonfia, leggermente dolorante e arrossata per alcuni giorni. Gli ematomi sono abbastanza frequenti. La paziente deve indossare calze compressive prescritte dal medico, per due giorni e due notti, subito dopo le iniezioni, e poi continuare solo di giorno per almeno 3-4 settimane.

Quando è possibile vedere i primi risultati?

I risultati dal punto di vista estetico e funzionale sono apprezzabili già dopo la prima seduta, ma spesso sono necessarie diverse sedute (da 1 a 6) per correggere completamente i disturbi vascolari.

Per mantenere i risultati raggiunti, si consiglia una visita di controllo ogni anno e se necessario alcune sedute di iniezioni sclerosanti di mantenimento.

Iniezioni sclerosanti e scleromousse hanno rischi o controindicazioni?

La scleroterapia è controindicata in pazienti che assumono antigoagulanti o che hanno alterazioni della coagulazione, in gravidanza e allattamento, in pazienti allettati, con diabete scompensato, patologie croniche, neoplastiche o che hanno avuto episodi di tromboflebiti.

Gli effetti indesiderati più frequenti delle iniezioni sclerosanti sono le irregolarità della pigmentazione cutanea nelle zone trattate, che di solito si risolvono nel giro di alcuni mesi. Complicanze molto più rare, sono la formazioni di coaguli, tromboflebiti e le reazioni allergiche.

Quanto costa?

Il costo delle iniezioni è di € 80,00 / € 120,00
Il costo della scleromousse è di € 100,00 / € 200,00

Il Centro Giorgini Clinique è convenzionato Cofidis, quindi puoi pagare i tuoi trattamenti un po’ per volta.

Contattaci per informazioni e per maggiori dettagli clicca qui.

Trattamenti correlati

Preferisci scriverci?
Utilizza il form sottostante

* Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy