Ringiovanire lo sguardo senza rischi con la blefaroplastica non chirurgica o non ablativa

Quando è presente un eccesso di cute o una lassità del tessuto palpebrale, lo sguardo assume un aspetto stanco e spento. I pazienti parlano di “occhi tristi” o “appesantiti”. La blefaroplastica non chirurgica o non ablativa è un trattamento di medicina estetica non chirurgico e non invasivo che risolve questo inestetismo, senza ricorrere al bisturi.

E’ una tecnica messa a punto dal Dottor Giorgio Fippi che ha brevettato il Plexr, uno strumento con il quale è possibile ottenere risultati simili a una blefaroplastica classica, ma senza le possibili complicanze dell’intervento chirurgico, è infatti indolore e priva di rischi.

Blefaroplastica Non Chirurgica
Dottoressa Beatrice Giorgini Medicina Estetica Giorgini Clinique
Molte persone evitano di sottoporsi ad un intervento di blefaroplastica per paura delle possibili complicanze di un intervento chirurgico, dell’anestesia o del dolore post operatorio. Inoltre uno dei maggiori timori è quello di ritrovarsi con una forma degli occhi e uno sguardo troppo diversi dal proprio e di non riconoscersi. Oggi però è possibile ottenere risultati simili a una “classica” blefaroplastica in modo non chirurgico e non invasivo con la tecnica di blefaroplastica non ablativa. Le mie pazienti sono molto soddisfatte del trattamento, perché dona un progressivo miglioramento, senza modificare le caratteristiche peculiari dello sguardo, con un effetto estremamente naturale, un disagio minimo e nessun rischio.

Esperienze dei pazienti che l’hanno provata

  • Avevo le palpebre molto cadenti e volevo qualcosa che le migliorasse, ma senza dover ricorrere alla chirurgia. Ho letto su internet che esisteva un trattamento non invasivo per migliorare le palpebre e ho deciso di eseguirlo alla Giorgini Clinique. Ho fatto 4 sedute e le palpebre sono migliorate molto. Ora riesco a truccarmi come una volta, e ho uno sguardo più fresco e giovane.

    Anonimo
  • Ho eseguito la blefaroplastica non chirurgica un anno fa. Il risultato è stato molto buono e per il momento, mi ha permesso di evitare una blefaroplastica non chirurgica.

    Matteo M.
Blefaroplastica non chirurgica: trattamento, zone di applicazione, rischi e risultati

La blefaroplastica non ablativa è un’alternativa indolore e non invasiva alla blefaroplastica chirurgica.

Il medico non incide la cute, ma provoca una retrazione della cute, creando piccolissimi spot con il Plexr. Per un effetto duraturo sono necessarie almeno 3-5 sedute.

Le domande più frequenti su questo trattamento

Quali punti della zona occhi possono essere trattati con la blefaroplastica non chirurgica?

La blefaroplastica non ablativa elimina l’eccesso di cute e il rilassamento delle palpebre sia superiori che inferiori e migliora le zampe di gallina. Non elimina le borse di grasso che si formano sia sulle palpebre superiori che su quelle inferiori.

Come avviene il trattamento?

A differenza della blefaroplastica classica, nella blefaroplastica non ablativa non è necessario incidereasportare la cute in eccesso o intervenire sul muscolo orbicolare.

Prima del trattamento viene applicata una crema anestetica e dopo la seduta un impacco di ghiaccio.
Il medico estetico crea dei piccolissimi spot a distanza di pochi micron l’uno dall’altro utilizzando il Plexr brevettato dal Dottor Fippi. Questi spot agiscono come i “punti di una cerniera”, portando alla retrazione della palpebra. Il Plexr sublima lo strato corneo dell’epidermide (cioè lo porta dallo stato solido a quello gassoso), permettendo di lavorare in modo molto preciso e senza danno circostante.

In seguito al trattamento la cute non sanguina e non si creano ematomi, al massimo possono insorgere un lieve edema e un po’ di rossore che durano uno o due giorni. Già subito dopo la prima seduta si può riprendere la vita di tutti i giorni.

Quante sedute sono necessarie e quanto durano?

Per ottenere risultati soddisfacenti è necessario sottoporsi a 3-5 sedute di blefaroplastica non chirurgica a distanza di 4 settimane l’una dall’altra.

Ogni seduta dura circa 15 minuti

Dopo le sedute di blefaroplastica non ablativa nella zona trattata si formano delle microscopiche crosticine scure che possono però essere facilmente camuffate con un po’ di trucco e che cadono in 5-7 giorni.

Quando è possibile vedere i primi risultati?

Dopo ciascuna seduta la cute palpebrale appare sempre più tesa e liscia e l’aspetto delle rughe è via via meno evidente, fino a che gli occhi riacquistano lucentezza e splendore.

Ci sono rischi o controindicazioni nel trattamento di blefaroplastica non chirurgica?

Il trattamento è praticamente indolore e privo di rischi, anche se è sconsigliabile intervenire nei mesi estivi, e se la paziente deve esporsi al sole e non ha modo di proteggersi. E’ sconsigliato se ci sono malattie infiammatorie degli occhi in atto (eczema, congiuntivite, orzaiolo, herpes…).

Non ci sono problemi in pazienti che hanno lenti a contatto. Non ci sono controindicazioni assolute in gravidanza e nessuna controindicazione durante l’allattamento.

Quanto costa?

Il costo è € 200,00 a seduta per il trattamento delle palpebre superiori, € 250,00 per il trattamento di palpebre superiori e inferiori insieme.

Il Centro Giorgini Clinique è convenzionato Cofidis, quindi puoi pagare i tuoi trattamenti un po’ per volta.

Contattaci per informazioni e per maggiori dettagli clicca qui.

Prima e dopo il trattamento

Ecco alcune immagini prima e dopo il trattamento di blefaroplastica non ablativa

Trattamenti correlati

Preferisci scriverci?
Utilizza il form sottostante

* Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy