Labioplastica vaginale chirurgica e non chirurgica

L’intervento di labioplastica vaginale, chirurgico e non chirurgico, è una delle tecniche correttive possibili per l’ipertrofia delle piccole labbra, una condizione in cui le piccole labbra della vagina hanno una lunghezza eccessiva e protrudono dalle grandi labbra.

Questa anomalia può generare problemi estetici, psicologici e fisici. In particolare, l’ipertrofia delle piccole labbra è spesso associata a irritazione cronica, infezioni batteriche e micotiche ricorrenti, difficoltà d’igiene, disagio durante i rapporti sessuali e l’attività fisica.

L’intervento correttivo più comune per questa condizione è la labioplastica vaginale chirurgica, ma recentemente è stata messa a punto una tecnica “non chirurgica” per trattare l’ipertrofia delle piccole labbra di grado lieve-moderato, grazie all’utilizzo del Plexr.

Labioplastica chirurgica e non chirurgica
Le domande più frequenti su questo intervento

Come avviene l'intervento?

Labioplastica chirurgica

Il chirurgo asporta parte del tessuto in eccesso (escissione diretta) e sutura l’area trattata. L’intervento viene eseguito in anestesia locale.

Labioplastica non chirurgica

Il chirurgo usa il Plexr per rimuovere l’eccesso di mucosa, senza incisioni, sanguinamento o punti di sutura. Il Plexr sublima i tessuti in eccesso senza danneggiare quelli circostanti, favorendo così un recupero rapido e poco doloroso.
Dopo la seduta si possono riprendere subito le proprie attività, con l’unica esclusione dei rapporti sessuali, dai quali è necessario astenersi per 4-5 giorni.

Quando è possibile vedere i primi risultati?

I risultati sono visibili da subito.

Con la labioplastica non chirurgica si eseguono almeno 3-4 sedute per ottenere i risultati ottimali. 

La labioplastica vaginale (chirurgica e non chirurgica) presenta rischi o controindicazioni?

Labioplastica chirurgica e non chirurgica non sono tecniche rischiose ed i fastidi, anche post operatori, sono minimi.

Sono controindicate in caso di malattie veneree attive e altre patologie gravi che rendono controindicate le procedure chirurgiche in generale.

Quanto costano?

In sede di visita la dottoressa rilascerà un preventivo personalizzato in base alla complessità dell’intervento.

Trattamenti correlati

Preferisci scriverci?
Utilizza il form sottostante

* Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy